CENTRO ALESSANDRO SINATRA

Casa dei Bambini

La nostra casa si trova vicino al villaggio chiamato Kesaragere, nel Distretto di Kolar nel Karnataka. Siamo in un posto remoto, a circa 40 km a sud est di Bangalore. Qui godiamo di un clima di pace e offriamo ai nostri bambini un meraviglioso posto per crescere in armonia con la Natura.
Abbiamo cominciato a prenderci cura dei bambini quando un bambino è stato trovato davanti a un tempio ed è stato portato da noi. In seguito ne sono arrivati molti altri. Sono bambini che non hanno avuto quell’infanzia che per gli altri bambini del mondo è considerata un diritto di nascita.
Molti hanno perso i genitori anche a causa di malattie (soprattutto HIV/AIDS). Alcuni bambini hanno un solo genitore (di solito la madre), che non può prendersi cura di loro. Altri hanno i genitori in carcere. Di alcuni bambini non conosciamo neanche la storia. A Vanaprastha non si fanno differenze di casta, credo, colore, genere o luogo di origine. Se un bambino ha bisogno, lo accogliamo.

Storia
La nostra Casa dei Bambini è dedicata a Alessandro Sinatra. Alessandro, detto anche Ale, amava i bambini. Sosteneva i bambini di Macau, in Cina. A Mumbai portava al ristorante i bambini che incontrava per strada. Dopo la sua morte prematura, avvenuta il 17 gennaio 2000 a 33 anni, i suoi genitori e gli amici si sono riuniti per onorare quest’uomo dal cuore grande. Hanno fondato un’associazione chiamata Amici di Ale (vedi CONTATTI)). La Casa dei Bambini è stata costruita interamente con le loro donazioni e fu terminata nel 2003. Per ricordare Ale, l’abbiamo dedicata a lui.

Struttura

Il Centro si compone di un edificio principale a tre piani dove è il dormitorio, la sala di studio e le camere del personale. Nel sottotetto è collocata la lavanderia. Nell’edificio sulla destra si trovano le cucine e il refettorio. Più dietro ci sono altre camere anche per ospiti e una sala didattica per i bambini. A sinistra dell’edificio centrale si trova la Cappella.

Situazione

Dal 2003 il numero di ospiti è stato sempre crescente, tanto che nel 2010 erano 94. Troppi per la struttura. Si è resa necessaria una diversa sistemazione. Qui nella Casa ci sono attualmente 30 bambini da pochi mesi a 9 anni. I preadolescenti, tra i 10 e i 17 anni, sono ora ospiti nell’OSTELLO BAMBIHOME, annesso alla nostra Scuola. I più grandi, oltre i 17 anni, che sono cresciuti qui negli anni passati, ora studiano in Colleges a Bangalore o hanno già una professione. Qui si continuerà ad accogliere i più piccoli potenziando la struttura per le loro esigenze.

Casa-famiglia

Viviamo con i bambini come una grande famiglia. Ci sono due suore, che si occupano di loro cui si aggiungono altre 4 persone per la lavanderia, la cucina e le pulizie. Nelle attività pratiche sono seguiti da alcune delle ragazze più grandi, che sono cresciute qui.

La nostra vita è semplice. Ci si alza presto, alle 6 e mezzo e alle 7 si segue una lezione di Yoga. Dopo colazione, alle 8 si parte per andare a scuola. Finite le lezioni, alle 4 e mezzo si torna a casa, si fa merenda e finalmente si va al campo giochi a giocare tutti insieme grandi e piccini.

Giocare insieme, come mangiare insieme, pregare e cantare insieme sono momenti preziosi per far sentire ai bambini un ambiente di armonia e di pace. Si fa poi la doccia e ci si riveste con abiti puliti, pronti per fare i compiti alle 6. La cena è alle 7 e mezzo e, dopo, un’ora di svago o per finire e compiti e poi a nanna. Se il giorno dopo è festa allora si può fare più tardi e avere tempo per guardare un film. 

Alimentazione

Diamo grande importanza alla alimentazione dei nostri bambini, che sia equilibrata e completa e adatta a sopperire carenze e denutrizione. La tradizionale dieta a base di riso è integrata con verdura legumi, carne, pesce e frutta fresca nei tre pasti principali, un bicchiere di latte dalle nostre mucche e due merende ogni giorno. Il loro sviluppo fisico e la loro salute è seguita con attenzione dal dott. Manu, medico dell'Ospedale, per prevenire e intervenire in tempo su possibili carenze e malattie che possono essere contagiose. 

A scuola

I bambini frequentano tutti la nostra scuola. Vogliamo fornire loro competenze attraverso diversi corsi, anche durante le vacanze o provvedere al recupero quando è necessario. Ci preoccupiamo anche dello sviluppo spirituale dei nostri bambini, rispettando la loro tradizione e formazione e aiutandoli a sviluppare un proprio profilo spirituale. Seguiamo la tradizione spirituale Shantimarga, attraverso la quale ad ognuno viene insegnato a pregare dicendo “Om Shanti Om”. Ci salutiamo tutti dicendo “Shanti Om

Insegniamo ai nostri bambini a comprendere le conseguenze delle loro azioni e ad essere responsabili. Lasciamo che siano autentici e creativi.

La famiglia allargata

Fino dall’inizio l’eco di questa opera ha suscitato molto interesse e appoggio. Amici e a catena amici di amici hanno sentito l’importanza di contribuire alla gestione e alle spese. Il loro sostegno si è concretizzato non solo nell’organizzarsi in Associazioni (vedi CONTATTI), ma anche nella presenza nella Casa di alcuni come volontari per brevi periodi, contribuendo a allargare questa nostra famiglia e a approfondire i legami di affetto e collaborazione.

Lavori di ristrutturazione

Gli anni sono passati. Erano necessari profondi interventi di manutenzione che sono stati già terminati nell’edificio principale che è il dormitorio e in quello che comprende il refettorio e la cucina. Nuove prospettive educative richiedono nuovi spazi con attrezzature più moderne. Anche la ristrutturazione delle camere del personale e della cappella sono terminate.